Paolo Gioli

Oggi è volato altrove un grande artista, pittore, fotografo, cineasta. Paolo Gioli è stato tutto questo e molto altro. Sperimentatore (non amava questa definizione), modellatore, manipolatore di materia, sia che si trattasse di fotografia polaroid o di altre espressioni artistiche. Un indiscusso protagonista dell’arte contemporanea mondiale. Tanti anni fa, vedendo i suoi transfer polaroid di grande formato, rimasi affascinato da questa atipica fotografia, materica, manipolatoria, dove le mani, le dita dell’artista sono fondamentali per il compimento finale dell’opera: acquistai pertanto un banco ottico e iniziai il mio percorso con i transfer e i distacchi d’emulsione. Percorso che prosegue ancora oggi, con ciò che resta, di questo meraviglioso medium fotografico istantaneo che si chiama Polaroid.

Paolo Gioli 
Senza titolo, 1983
polaroid 50x60 trasferita su carta, camera ottica
Collezione Wang Quingsong, Pechino.
Paolo Gioli – senza titolo – 1983

Trasferendo su carta o tela l’emulsione, Gioli lacera, compone, seziona e rigenera corpi, ma non solo, poi ancora il cinema sperimentale, l’animazione, immagini stenopeiche in movimento, rielaborazioni da fotografie.

Sviluppò nuove tecniche, come ad esempio il fotofinish, da lui reinventato all’inizio degli anni settanta: la linea-fessura tradizionale posta nella finestrella d’entrata della fotocamera viene sostituita da un frammento d’immagine fissa attraverso la quale viene ripreso, sempre con pellicola 35mm, un volto in movimento.

Da Nicéphore Niépce a Hippolyte Bayard, prendendo spunto dai loro primi libri fotografici, Gioli li rilegge, creando una serie di immagini che hanno come soggetto toraci nudi: corpi deposti di emarginati e sconosciuti, esposti alla luce attraverso una grande camera stenopeica con pellicola Polaroid di grande formato.

Le copie in pellicola di alcuni suoi film e le sue opere pittoriche e fotografiche sono presenti nelle collezioni di musei internazionali, tra cui l’Art Institute of Chicago, il Museum of Modern Art di New York, il Centre Georges Pompidou e il MEP (Musée Européen de la Photographie) di Parigi, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e L’Istituto Nazionale per la Grafica di Roma.

Per chi volesse approfondire la sua conoscenza http://www.paologioli.it

Mostra POLAROID Le Volcan @ La Fabrique Bordeaux (Francia)

Venerdi 22 ottobre, alle ore 18, a Bordeaux (Francia), inaugura presso la galleria La Fabrique POLA, @ Le Volcan, la mostra di Fotografia Istantanea, legata al circuito Expolaroid. Io sarò presente con 4 mie opere (transfer) in Polaroid grande formato. #polaroid #expolaroid #art #instantfilm #frankmorris #largeformat #photography #transfer #bordeaux #impossible

Se siete in zona, vi aspettiamo all’inaugurazione.

Laboratorio Creativo POLAROID e l’immortalità della fotografia istantanea

Si è svolto sabato scorso il Laboratorio sulle tecniche creative Polaroid / Impossible.  Il collega artista Silvano Peroni, che ringrazio enormemente per essere sceso a Genova dal profondo nordest, nonostante la giornata piovosa, ha condiviso con noi la sua decennale esperienza nell’Instant Film, le sue immagini Polaroid, Impossible, Fuji e le sue pubblicazioni.

La pessima giornata, dal punto di vista metereologico, non ci ha consentito la programmata uscita fotografica, abbiamo dovuto accontentarci di scattare in studio.

Questo non ha impedito, partendo da pochi e semplici scatti realizzati esclusivamente a scopo didattico, di creare un piccolo lavoro articolato, con conseguente mini quaderno d’autore.

Infine due parole sui partecipanti. Pur provenendo da esperienze diverse, sia per età che come percorso artistico, si sono rivelati ben predisposti ed efficaci nell’effettuare gli interventi manuali sulle pellicole, operatività imprescindibilmente necessaria per le varie manipolazioni: fatto, rifacendoci ad esperienze passate, assolutamente non scontato.

Chi volesse partecipare ad uno di questi laboratori creativi, o semplicemente avere informazioni sull’affascinante mondo della pellicola istantanea, può inviare un mail utilizzando il form apposito, e/o registrarsi alla mailing list in home page, rimanendo così sempre aggiornato sulle nostre iniziative. Grazie

L’icona POLAROID e l’immortalità della fotografia istantanea

SABATO 17 MARZO, ore 9, presso Atelier Fotografico.

La storia della Polaroid, le fotocamere e i loro accessori. Dal progetto fotografico alla ripresa, in studio e in esterni, arrivando alla importante composizione del quaderno d’Autore.

Laboratorio creativo alla scoperta della fotografia istantanea. Con uscita pomeridiana nel bellissimo centro città.

Una giornata di FULL IMMERSION nella fotografia istantanea.
La ripresa fotografica e la gestione delle fotocamere. Le tecniche creative: teoria e realizzazione pratica.

I partecipanti sono invitati a portare le loro Polaroid. Chi ne fosse sprovvisto potrà utilizzare quelle gentilmente messe a disposizione dall’Atelier Fotografico.

Per info ed iscrizioni invia una mail a info@atelier-fotografico.com